ipercheratosi e verruche - Podologia Bruno

Vai ai contenuti

Menu principale:


Il termine di IPERCHERATOSI indica, genericamente, un ispessimento dello strato corneo dell'epidermide; può riconoscere diverse tipologie e sedi di insorgenza in base alle quali possiamo distinguere:

  • l'Heloma, nelle varietà duro o molle, caratterizzato da un'area circoscritta di I. con nucleo centrale traslucido (corno) a sede variabile;
  • il Tiloma, nelle varietà localizzato o diffuso, che non presenta nucleo centrale a localizzazione sempre plantare;
  • l'Ipercheratosi neurovascolare o vascolare che si manifesta con la protrusione dal derma di terminazioni nervose e/o capillari, nell'Ipercheratosi stessa.

La rimozione dell'Ipercheratosi consiste nell'exeresi dello strato corneo superficiale ed nell'enucleazione del corno, se presente. Dopo l'intervento podologico la medicazione fornisce alleviamento della sintomatologia e protezione durante la fase di guarigione cutanea. La scelta del medicamento dipende dalle condizioni della cute in particolare dal fatto che questa si presenti umida o secca.


La VERRUCA è una lesione piuttosto comune che interessa il piede in varie localizzazioni, ma, prevalentemente, a livello plantare: può essere singola o multipla e presentarsi in diverse forme quali Verruca Volgare, Emorragica, Vegetativa, Gigante.
Il trattamento prevede anche l'eventuale l'azione sinergica, in casi gravi e "sistematici" del podologo con il medico specialista.

La Verruca, in qualunque forma e localizzazione, va trattata tempestivamente, anche se asintomatica, per evitare il propagarsi del virus nella stessa persona o in altri soggetti.
Non esistendo farmaci antivirali specifici, il trattamento consiste nel distruggere o rimuovere le cellule che ospitano il virus: il Podologo può eseguire un medicazione  oppure agire direttamente scarnificando l'epitelio corneificato che perimetra e ricopre la Verruca seguito da trattamenti topici ad azione cauterizzante.
La rimozione, inizia con la preparazione della zona interessata asportando il tessuto ipercheratosico presente al fine di esporre la lesione e favorire l'azione degli agenti utilizzati. La scelta dell'agente dipende da fattori quali la sede della lesione, il numero e il diametro delle Verruche presenti, lo stato della cute, le condizioni circolatorie e neuropatiche, la disponibilità del paziente e la sua età.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu